Potature a confronto: l’unione di innovazione e tradizione

24 Mar 2017 — Categorie: Vita in cantina

Per far crescere una vite sana e robusta, un lavoro indispensabile è la potatura. In questo articolo vogliamo raccontarvi di due potature particolari che si sono svolte questo mese: la prima è avvenuta nel nuovo vigneto di Chardonnay, a cui è stato dato più spazio all’interno dell’Azienda Agricola, e la seconda in uno più vecchio, quello della Garganega, impiantato nel 1987.

Le nostre nuove viti di Chardonnay hanno appena compiuto un anno di vita. Questa potatura è un passaggio fondamentale nella loro crescita perchè si può fare solo una volta nel ciclo vitale, per cui è importante che venga fatta con cura e con la dovuta attenzione.

Potatura a due gemme

E’ stato scelto di fare questo tipo di lavorazione a inizio marzo e non in pieno inverno, rinunciando così a un anno di produzione, per dare la possibilità al fusto di crescere in modo forte e sostenibile, senza sforzarlo ed evitando di farlo formare prematuramente. Questa potatura si chiama “a due gemme” e consente la formazione dello sperone che, crescendo, darà vita a due nuovi tralci, uno dei quali sarà scelto per diventare poi il fusto della pianta.

Giovani vigne di Chardonnay

Bisogna sempre considerare il terreno in cui le nostre viti crescono: è un suolo collinare che, dopo lo sbancamento, è rimasto povero di nutrienti. Ciò ha fatto sì che le viti abbiano avuto un germogliamento irregolare: con questo tipo di potatura avremo, nella prossima primavera, una crescita dei tralci più omogenea e forte e, di conseguenza, un vigneto più rigoglioso ed equilibrato.

L’altra potatura che citavamo prima è quella effettuata sulla Garganega, che nella nostra azienda viene allevata con il sistema a tendone. Questo vigneto ha bisogno di cure speciali rispetto alle piccole viti di Chardonnay: dopo aver tolto i tralci in eccesso, abbiamo legato ogni pianta ai fili di sostegno con dei rami di salice, le cosidette “strope”, come si faceva un tempo. Le strope, oltre a essere molto convenienti, sono il materiale ideale per questo genere di lavorazione perché sono resistenti e garantiscono la legatura per quasi tutta la stagione.

“Stropa” di ramo di salice

È una tradizione, lo facciamo per non dimenticare, così com’è nello spirito di Cà Rovere: l’unione tra innovazione e tradizione, spinta da un’unica passione.

Condividi su:

Ordina vini

Completa tutti gli step e invia la richiesta di preventivo, senza impegno.
Riceverai via email tutte le indicazioni per concludere l’acquisto.

Ordine minimo 6 bottiglie o multipli di 6. Ordini anche singoli per il formato Magnum.

1
Seleziona vini

Metodo Classico

Brut

Brut Blanc de Blanc

Brut Rosé

Demi Sec

Brut Nature

Magnum

Brut Magnum

Vini fermi

Sisto Bianco

 

Sisto Rosso

 

Passito

2
Inserisci i tuoi dati

Tutti i campi sono obbligatori

Prenota una visita

Completa tutti gli step per inviare la richiesta,
una volta ricevuta ti contatteremo per confermare l'appuntamento.