sovescio

Blog

Il sovescio a filari alterni: i vantaggi nel vigneto

Indietro

Il sovescio a filari alterni: i vantaggi nel vigneto

Avanti
sovescio
I vantaggi del sovescio

Sovescio in vigneto per una gestione vantaggiosa del suolo

Quanti di voi hanno mai sentito parlare di sovescio?

Una pratica antichissima svolta già in epoca Romana, con lo scopo di restituire nutrimento al terreno e migliorarne la struttura senza l’ausilio di lavorazioni invasive.

Facciamo però qualche passo indietro e raggiungiamo il nostro agronomo e responsabile dei vigneti dell’azienda Matteo, in vigna perché come ci ripete sempre lui, il vino si fa proprio lì.

Matteo inizia con il farci vedere nel vigneto di Chardonnay come procede una fase cruciale e molto dispendiosa in termini di energia ovvero il germogliamento. Al netto dell’incertezza climatica di questo periodo, ci fa notare come la situazione del vigneto sembra essere buona: un germogliamento omogeneo e dei grappolini che fanno sperare in una buona annata.

Ma come sempre il nostro custode delle vigne, non si ferma a questa fase e ci racconta anche di una pratica agronomica testata quest'anno il miscuglio da sovescio.

Il sovescio: cos'è e come si fa

Il sovescio è una pratica agronomica che prevede la semina di apposite colture per aumentare la fertilità del suolo.

I benefici che la pratica del sovescio genera sono molti e sono collegati tra di loro:

  • Disinfetta il terreno da particolari insetti o nematodi;
  • Decompatta il terreno rendendolo più soffice e lavorabile;
  • Consente un migliore accumulo di riserve di acqua nel terreno e ne impedisce la perdita di nutrienti.

Il miscuglio scelto per il nostro terreno è quello equilibrato perché la funzione che ci interessa maggiormente è quella decompattante considerando che solo con il passaggio dei trattori il terreno viene compattato.

Oltretutto un terreno come il nostro sassoso è difficile da decompattare meccanicamente ragion per cui lo facciamo attraverso questa pratica, dove le radici fittonanti (come le radici delle carote) scavano nel terreno e una volta tolte lasciano dei buchi.

In questo modo l'equilibrio tra macropori (aria) e micropori (acqua) elementi indispensabili del terreno, si ristabilisce.

sovescio

Le essenze scelte per il sovescio

Le essenze scelte per il sovescio sono circa 10 tra le quali: crucifere come il rafano, graminacee come l'avena e il triticale e leguminose.

Le crucifere svolgono un’azione biocida e anche un certo effetto di soffocamento dalle erbe infestanti a loro volta le leguminose apportano azoto grazie alla simbiosi con i batteri azotofissatori e le graminacee assorbono l’azoto e lo preservano dal dilavamento nel terreno. Tutte funzioni molto indispensabili!

Inoltre durante la fioritura di queste colture il vigneto si ripopola di api e di insetti molto utili.

Sapete qual'è il periodo più utile per seminare le essenze?

Autunno a fine ottobre così da interrare in primavera e soprattutto a filari alterni, in modo da poter consentire una fila libera per eseguire la potatura e le varie lavorazioni.

sovescio

Shop Cá Rovere

Se vuoi provare i nostri vini visita lo shop. Le migliori bollicine venete direttamente a casa tua!


Altri articoli

L'Hugo Cocktail: la variante con il Sisto Biasin

L'Hugo Cocktail: la variante con il Sisto Biasin

L'Hugo Cocktail rivisitato con il Sisto Biasin, 100% Chardonnay. Ottimo aperitivo estivo, dissetante e leggero. Nell'articolo il tutorial!
L'aperitivo estivo Cà Rovere: il classico in terrazza

L'aperitivo estivo Cà Rovere: il classico in terrazza

L'aperitivo estivo di Cà Rovere: il Classico in terrazza I mercoledì d'estate sono fatti per l'aperitivo estivo in terrazza e per il nostro...
caolino

Il Caolino: l'alleato della vite contro il caldo

Il caolino: lo strumento di resilienza idrica Il caolino è un trattamento naturale usato in vigneto quando c'è un problema di siccità. Nei peri...

Immergiti nell'esperienza

Resta aggiornato sulle novità della cantina!

Iscriviti alla newsletter